Napoli (TMNews) - Sono considerate molto gravi le condizioni di Nicola Manfrecola, il 54enne assistente capo della polizia municipale di Napoli che nella serata di venerdì 2 marzo ha ucciso a colpi di pistola la moglie, Gabriella Lanza, di 49 anni prima di rivolgere l'arma verso se stesso, tentando il suicidio. Manfrecola attualmente è ricoverato in terapia intensiva all'ospedale Cardarelli, dove è stato sottoposto a un delicato intervento chirurgico; ora è in coma farmacologico.Il fatto è accaduto sulla bretella di raccordo tra il Vomero e Pianura, a Napoli. La coppia, residente in via Epomeo, nella parte nord-occidentale dell capoluogo campano, probabilmente, stava rincasando quando qualcosa ha fatto scattare la follia nel vigile che ha esploso un colpo di pistola al ventre della moglie, uccidendola, e poi si è sparato in testa. Il cadavere della donna è stato trovato all'interno di una SeatSulla vicenda indaga la magistratura.