Napoli (TMNews) - Momenti di tensione in piazza Municipio a Napoli, dove i precari riuniti nella sigla Bros si sono incatenati simbolicamente per protestare contro la rimozione notturna di striscioni e gazebo, allestiti da settimane per attirare l'attenzione sulla loro vertenza. "Noi siamo ormai da un mese qui per rivendicare il diritto al lavoro e far riprendere il tavolo inter-istituzionale che ormai da un anno e mezzo non viene fatto".Gli agenti del Commissariato di zona e della polizia muncipale sono intervenuti durante la notte: una rimozione necessaria, spiega in una nota il sindaco Luigi De Magistris, per rendere accessibile lo spazio davanti al palazzo a studenti e cittadini che volevano visitare il Comune, aperto al pubblico in occasione della XX Giornata Fai di primavera. Un'iniziativa inaccettabile per i precari Bros. "Praticamente i gazebi ce li hanno distrutti, non ci hanno dato nemmeno il tempo di toglierli: ci hanno preso striscioni, bandiere, tutto quello che c'era. Non è possibile far vedere sempre la città bella, dove non ci sono problemi: noi esistiamo".La manifestazione ha spinto il Fai a cancellare per motivi di sicurezza le visite previste a Palazzo San Giacomo il 24 e 25 marzo. Il sindaco ha comunicato che l'apertura sarà recuperata in un weekend di maggio da definire per la rassegna "Maggio dei Monumenti 2012".