Napoli (TMNews) - E' uno dei monumenti simbolo di Napoli, immortalato nei dipinti e nei versi di una celebre canzone: il Monastero di Santa Chiara. Ora il suo campanile da decenni chiuso al pubblico, risalente al 1300 e unico elemento ancora originale dell'intero complesso, è oggetto di un accurato restauro. Sentiamo Francesco Chirico, presidente della seconda municipalità di Napoli."L'idea - spiega - è rendere questo campanile visitabile magari con un ticket d'ingresso per ottenerne un vantaggio e riutilizzare i proventi per la manutenzione del campanile e dell'insula di Santa Chiara tutta".Il progetto, per ora tutto ipotetico, è quello di permettere ai visitatori di salire sulla cima del campanile per godere della vista mozzafiato del Vesuvio che si staglia sullo sfondo del golfo di Napoli. Intanto il restauro del campanile permetterà di valorizzare ulteriorimente la parte più antica della città rendendola più apprezzabile dai turisti."Varrebbe la pena ancora di più - conclude Chirico - visitare il centro storico di Napoli che, ricordiamo, essere Patrimonio mondiale dell'Umanità dal 1995".