Napoli, (TMNews) - Niente turismo, siamo a Napoli. Nel capoluogo campano alberghi quasi vuoti per i mesi di luglio ed agosto. Secondo le stime della Fiavet Campania, infatti, in città ci sono prenotazioni soltanto per il 30% delle stanze.Davvero poco, insomma, per una metropoli che da anni e senza riuscirci punta a diventare capitale del turismo al Sud.Il presidente della Federazione albergatori, Ettore Cucari spiega le ragioni di questa situazione. "La camorra, i rifiuti il disordine, il problema è che Napoli è una città poco accogliente e probabilmente deve ancora fare dei passi avanti. Ha tutte le premesse per avere un grande flusso turistico, ma manca tutto il contorno in modo che il turista si possa spostare facilmente, visitare facilmente e avere un'accoglienza dignitosa e decente".Molto preoccupati gli albergatori che accusano l'amministrazione di non fare promozione turistica come racconta Mario Pagliara dell'Hotel San Francesco al Monte."Napoli potrebbe avere tante sfaccettature: città di mare, città d'arte, di cultura e di rappresentanza per i congressi. Potrebbe avere tante cose ma purtroppo tutto questo non viene fatto".Secondo i dati Fiavet sarà una estate molto magra in tutta la Regione: non c è il tutto esaurito neppure sulle isole del Golfo e tantomeno in Costiera sorrentina ed amalfitana. Colpa della crisi ma anche di un'offerta scarsa e che fatica a farsi conoscere.