Napoli, (TMNews) - Cento anni di storia, un secolo di vita iniziato a Napoli, dove nel 1912 per la prima volta le associazioni chimiche si trasformarono in Federazione degli ordini dei farmacisti. La città festeggia l'anniversario al teatro San Carlo, con un occhio rivolto al passato e uno al presente, e alle difficoltà che la categoria attraversa nel 2012. Andrea Mandelli, presidente della Federazione ordine farmacisti italiani."E' un momento difficile per l'Italia, non c'è professionista che non abbia avuto problemi. Ma abbiamo il vantaggio di avere i cittadini dalla nostra parte.Il ruolo delle farmacie cambia alla luce dell'accordo, siglato in Aifa, l'associazione italiana del farmaco, che stabilisce la nuova remunerazione delle farmacie."Può diventare un momento difficile della professione se con il nuovo modo di remunerare i farmacisti non ci sarà la possibilità di tornare a far sì che in farmacia si possano trovare tutti i farmaci. Che la famosa legge sui servizi, quella capacità del farmacista di essere ancora più vicino ai cittadini, diventi una realtà da un confronto di costi".La farmacia, sostiene Mandelli, deve diventare un centro polifunzionale di servizi, con l'aiuto delle istituzioni.