Napoli (TMNews) - A Napoli nasce un partito contro Equitalia e i testimonial sono Diego Armando Maradona che con il fisco italiano ha un contenzioso da 40 milioni di euro e Sergio Paganelli, figlio dell'imprenditore campano che ha recentemente tentato il suicidio a causa delle troppe tasse."Quando noi diciamo che Equitalia ha fatto più morti della camorra non è solo una provocazione ma le statistiche parlano da sole. Dall'inizio del 2012, indirettamente, involontariamente, Equitalia ha fatto più morti della camorra".La gente spesso preferisce rivolgersi agli strozzini piuttosto che rateizzare le imposte con i tassi di Equitalia che, tuttavia, va contrasta con la legge, non con la violenza, ha spiegato il commissario regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli, tra i promotori dell'iniziativa. Con lui diversi commercialisti e avvocati provenienti da tutta Italia tra cui l'avvocato Angelo Pisani, legale del "pibe de oro"."La legge italiana ha imposto dei metodi violenti e temerari che hanno portato alla disperazione tutti i contribuenti, da Maradona al semplice operaio. Noi difendiamo tutti i cittadini italiani, oggi nascono gli studi anti-equitalia al fianco dei contribuenti per spiegare loro come tutelare le proprie ragioni".