Milano, 29 feb. (TMNews) - Migliorano le capacità di stare con gli altri, ma anche le competenze linguistiche. Sono alcuni degli effetti degli animali sui bambini malati, raccontati in uno studio portato a termine grazie alla grande passione di Amelia Stinchi. Biologa specializzata in fecondazione assistita, ad un certo punto della sua vita ha deciso di dedicarsi alla pet therapy con la sua Associazione di volontariato Aitaca. Qui lavorano veterinari, psicologi, biologici, istruttori cinofili che per qualche ora a settimana portano sollievi ai pazienti degli ospedali napoletani. L'obiettivo non è ottenere risultati terapeutici, come spiega Amelia Stinchi."Noi non risolviamo delle problematiche, ma cerchiamo di rendere i bambini più sicuri, aumentare autostima e autoefficacia".Il progetto, finanziato dalla Baxter Italia, richiede l'impegno di molti volontari."Siamo tantissimi volontari, purtroppo non è per sempre molti prima o poi se ne vanno".L'associazione sottolinea che non si deve pensare di poter ottenere gli stessi effetti con gli animali domestici: questi cani sono stati addestrati a portare sollievo, una capacità non di tutti.