Napoli, (TMNews) - Un autobus piazzato sui binari del passaggio a livello per bloccare la stazione della Cumana di Agnano, in provincia di Napoli. I lavoratori della Eavbus protestano così contro il fallimento della loro società, stabilito dal tribunale di Napoli. Un mezzo con le gomme sgonfie come simbolo della società che si occupava del trasporto su gomma controllata dalla Eav, holding che gestisce i trasporti della Regione Campania. A nulla sembrano essere servite le proteste del recente passato, e i dipendenti sfogano la loro amarezza. "Siamo esausti,nessuno ci ascolta e stanno giocando sulla nostra vita: ognuno di noi ha famiglia""Virtualmente siamo senza lavoro in questo momento".Renato Izzo, sindacalista Faisa-Cisal, punta il dito contro il management della società, ma anche contro la Regione Campania. "Non ho dati e carte per accertare se ci sono state manovre losche o clientelismo, ma ci sono dati all'interno del bilancio che danno chiari segnali di stranezza. Dicono tante cose in scelte scellerate, che non si sa se siano state dettatee dalla politica e imposte ai nostri manager o fatti in proprio".Nel 2012 Eavbus ha un passivo di 39 milioni di euro: per risanarla, Eav holding ne aveva deciso la liquidazione. A rischio ci sono 1.300 posti di lavoro.