Napoli (TMNews) - "Lo sport di Napoli, lo sport campano eccelle: se voi pensate che oggi nei qualificati olimpici siete la seconda realtà, dovete essere fieri di quanto fate per lo sport italiano e noi siamo fieri di voi". Il presidente del Coni, Gianni Petrucci, loda sport e sportivi della Campania: l'occasione è la firma di una convenzione tra il Coni e il ministero della Difesa per "l'uso condiviso dello stadio militare Albricci" di Napoli. La convenzione di co-uso permette alle varie Federazioni Sportive l'utilizzo degli impianti dello stadio che un tempo era del Napoli calcio, per praticare rugby, nuoto, atletica, tennis, pugilato, tennis da tavolo, arti marziali e tiro a segno. Tra i sostenitori e promotori dell'iniziativa il presidente del Coni Comitato Regionale Campania, senatore Cosimo Sibilia. "L'inaugurazione e la firma di questo accordo significa che ha funzionato la sinergia tra istituzioni, sportiva e militare. In un momento di difficoltà del Paese è un buon segnale".Lo stadio venne inaugurato nel 1923, con un'inconsueta competizione aperta al pubblico: una corrida in cui lo spettatore avrebbe dovuto cercare di assicurarsi una coccarda tricolore contenente 500 lire, infilzata sul dorso di un toro.