Milano, 13 feb. (TMNews) - Napoli ricorda e festeggia i 44 anni dalla nascita della Comunità di Sant'Egidio con una messa in cattedrale: a celebrarla l'Arcivescovo della città, cardinale Crescenzio Sepe, che nell'omelia ricorda le circostanze della nascita. "Un gruppo di giovani che si riunì intorno ad Andrea Riccardi, oggi ministro. La Comunità che nacque, vicino al Concilio, quest'anno celebreremo i 50 anni della chiusura del Concilio Vaticano II, che fu come una porta aperta, una primavera della Chiesa".Un'esperienza, quella della comunità di Sant'Egidio, che si lega al Concilio, che invitava i cristiani a prendere coscienza della propria identità, a portare nel mondo il messaggio di Cristo. "Così come fin dall'inizio ha fatto la Comunità di Sant'Egidio, che ogni sera ancora oggi in tutte le parti del mondo si riunisce per leggere il Vangelo e pregare, e imparare dal Vangelo. Non ha paura di prendersi cura, di dare, di donare il proprio amore".Il ministro Riccardi ha mandato i suoi saluti e ringraziamenti alla comunità napoletana, che ha partecipato alla messa.