Mosca (TMNews) - In macchina contro Putin. Centinaia di automobilisti moscoviti hanno infatti manifestato per le strade della capitale russa per chiedere elezioni libere e contro il primo ministro Vladimir Putin, con metodi da vera e propria critical mass. "Oggi - spiega una manifestante - abbiamo dato una dimostrazione di cosa possono fare come molte persone nello stesso momento. E vogliamo sottolineare che siamo in tanti e non abbiamo paura di nulla. La nazione è nostra e la rivogliamo indietro, e vogliamo che il partito dei ladri guidato da Putin se ne vada"."Guardate la mia macchina - spiega un altro automobilista anti Putn - è una Mercedes. Vuol dire che anche chi sta bene economicamente non è contento di come vanno le cose nel nostro Paese". I veicoli, decorati di fiocchi e palloncini bianchi - il colore del movimento di contestazione - hanno provocato numerosi rallentamenti alla circolazione. L'azione, ribattezzata "il Cerchio bianco", è stata organizzata attraverso i social network su internet dalla "Lega degli elettori", un movimento creato da giornalisti, blogger e artisti in vista di coordinare le manifestazioni per le presidenziali del 4 marzo prossimo."E' andata molto bene - conclude un manifestante - è stata la più grande parata di auto nella storia della Russia, con migliaia di partecipanti. E' un momento simbolico".