Milano, (TMNews) - "Un politico guarda alle prossime elezioni. Uno statista alla prossima generazione". Il premier Mario Monti, in trasferta a Mosca, cita Alcide De Gasperi per lanciare un messaggio chiaro ai politici nostrani. Stretta nella morsa della crisi europea, la politica italiana ha davanti un agosto difficile e un inverno ancor più tormentato. L'ipotesi di una lunga campagna elettorale in vista del voto del 2013 mette il Paese in una incertezza che ai mercati proprio non piace. Monti questo lo sa bene e per questo alla domanda di Tv Russia 24 su cosa debba prevalere tra politica ed economia, risponde: "Devono procedere insieme". Ma al di qua degli Urali i temi sul piatto sono altri: allontanata a suon di smentite l'ipotesi di un voto anticipato, torna a surriscaldarsi il clima in uno dei due maggiori partiti: il Pdl. Dopo l'uscita dell'ex An Gianni Alemanno sulla candidatura di Berlusconi nel 2013, è toccato a Libero far uscire allo scoperto l'ex premier, che, letta l'apertura del quotidiano, 'Scherzi da Silvio. Non si candida più', ha fatto arrivare la replica: "Il titolo e il contenuto di un articolo su Libero - si legge nella nota di Palazzo Grazioli - non corrispondono al vero". Parole che sono destinate a spargere nuova benzina sull'infuocato dibattito all'interno del Popolo della Libertà.