Messina (TMNews) - Un'anomalia nei conti di un'impresa commerciale ha dato il via ad un'indagine che ha portato alla luce un traffico di stupefacenti messo in piedi da una banda articolata e numerosa. L' operazione condotta dalle fiamme gialle del comando provinciale di Messina, sotto il coordinamento della Direzione Distrettuale Antimafia, si è conclusa con l'arresto di 21 persone accusate a vario titolo di detenzione, traffico e spaccio di stupefacenti. La droga, soprattutto cocaina, proveniva principalmente da Catania e finiva poi sul mercato delle isole eolie. Un altro centro di spaccio è stato scoperto a Messina, base operativa all'interno di una sala biliardo della periferia cittadina. Qui gli uomini della Fiamme Gialle hanno accertato che spesso venivano usati come pusher o corrieri anche i ragazzini.