Milano, (TMNews) - 20 dollari per vivere un'esperienza che va oltre la visione di un film. È la strategia di Cinépolis, catena messicana di sale cinematografiche, la più grande dell'America latina: i clienti, arrivati in sala, si siedono su ampie poltrone e si rilassano, possono chiamare un cameriere e farsi portare del sushi con un cocktail. Servizi di lusso offerti in 150 sale vip che ora sbarcano nel mercato statunitense. Una sfida in un momento di crisi economica, con il numero di spettatori al cinema in calo. Ma Cinépolis, come spiega il Ceo Alejandro Ramirez, non si fa scoraggiare."Siamo i pionieri di questo concetto nell'emisfero occidentale: abbiamo inaugurato i cinema di lusso nel 1999, siamo il maggiore operatore al mondo. Se hanno funzionato in America Latina e in India, non vedo perchè non dovrebbero avere successo negli Stati Uniti, uno dei paesi più sviluppati". Nonostante il prezzo dell'ingresso, gli americani sembrano apprezzare l'esperimento."E' caro, ma perfetto per le occasioni speciali"."Sono compresi tutti gli altri servizi, come bar e ristorante. Inoltre si possono fare incontri di lavoro che, altrove, costerebbero più di cento dollari".I messicani devono vedersela con la concorrenza autoctona, ma guardano avanti e in Messico, hanno introdotto il 4D. Durante la visione del film lo spettatore è fisicamente coinvolto con poltrone che si muovono, spruzzi d'acqua in faccia, oggetti che lo toccano. Il piano, in caso di successo, è far sbarcare questa tecnologia anche negli States.