Messico, (TMNews) - Il vulcano Popocatepetl fa paura al Messico. Il gigante, è la seconda montagna più alta del Paese con i suoi oltre 5.400 metri d'altezza, da giorni ha dato il via a una forte attività vulcanica, con emissione di cenere e gas che hanno già oscurato i cieli delle città vicine e sono visibili anche da Città del Messico, a 70 chilometri. Gli esperti hanno fatto scattare la fase d'allarme 3, la più alta che indica un grosso rischio di eruzione. In realtà ci sono già state almeno 7 o 8 piccole eruzioni nelle ultime ore, ma di dimensioni così ridotte da provocare solo colonne di fumo e vapore in cielo. I paesi in zona, come Puebla, sono tutti in stato d'allarme: le scuole sono chiuse, i residenti, per ora riparati dietro a finestre sbarrate per evitare la cenere, sono pronti a scappare dalla furia della "Montagna fumante", il nome dato a questo simbolo del Messico nella nativa lingua Nahuatl.