Roma, (TMNews) - 300 milioni di abitanti sono rimasti senza corrente a causa di un gigantesco blackout che ha colpito il nord dell'India, un problema che ha coinvolto nove regioni, mandando in tilt soprattutto i trasporti urbani: paralizzate la metropolitana della capitale New Delhi, i trasporti ferroviari e il funzionamento degli ospedali.Si tratta del peggiore "black-out" in India da 11 anni, secondo quanto riferiscono le autorità. La rete elettrica è completamente andata in tilt alle 2.40 di domenica ed è rimasta out per sei ore."Dopo sei ore di black-out il 60% della rete è stata ripristinata. Una cosa simile era avvenuta solamente nel 2001 e nel 2002", ha spiegato il ministro dell'Energia indiano.A essere colpita è stata la regione nord, dove vive il 28% della popolazione. E per molti abitanti l'assenza di corrente ha significato anche problemi con l'acqua, poichè le pompe nelle grandi città vanno a energia.Immagini: Afp