Palermo (TMNews) - "Rispetto per tutti, paura di niente e di nessuno". Con queste parole Massimo Costa, si è presentato ai palermitani, ufficializzando la sua corsa a sindaco di Palermo come rappresentante del Terzo Polo.Il giovane candidato a Palazzo delle Aquile ha raccontato come è nata la sua candidatura durante un incontro avvenuto a Roma con Gianfranco Fini e Pier Ferdinando Casini: "Mi hanno detto che secondo loro Palermo ha bisogno di un nuovo progetto, una nuova etica, una nuova classe dirigente. Una rivoluzione culturale che ha bisogno di un organizzatore. Lo pensano loro, e lo pensa anche Lombardo. Palermo ha bisogno di una persona al di sopra dei partiti - ha proseguito Costa -, che non abbia nemici. E che possa ricompattare la società palermitana, pacificandola".Il 34enne presidente del Coni siciliano è considerato una sorta di l'enfant prodige della politica palermitana.