Roma, (TMNews) - "Forse poteva esserci un capo della polizia più bravo, più adatto, ma nessuno può dire che il capo della polizia è un imbroglione". È quanto ha detto il capo della polizia, prefetto Antonio Manganelli, che, a margine dell'assemblea generale di Interpol in corso a Roma, è ritornato a parlare della vicenda del dossier anonimo e sulle accuse di presunte irregolarità nella gestione degli appalti del ministero dell'Interno. "Da 38 anni che faccio questo lavoro - ha aggiunto Manganelli - non ho mai sentito una cosa del genere. Questo è un mondo in cui si prendono latitanti ma in cui si fanno anche contratti, dove si fanno delle scelte che comportano un giro di soldi".