Gaza City, (TMNews) - A quattro anni Mahmoud Sadalah è arrivato morto tra le braccia di un vicino di casa nell'ospedale di Al Shifa di Gaza. E' una delle vittime innocenti dell'attacco aereo israeliano. La violenza è riaccesa e la gente continua a morire. La paura e la rabbia da entrambe le parti hanno continuato a crescere."Ero in casa qui. Quando ho sentito lo scoppio. Sono uscita urlando e gridando. Era una scena terribile, una scena terrificante" ha raccontato la zia del bambino che ha visto il piccolo venire colpito dalla bomba e la sua casa dilaniata dall'esplosione.Le bandiere di Hamas sventolano in questi quartiere, c'è paura, c'è dolore ma anche voglia di vendetta."Era in bambino dolce e intelligente" dice basito il padre di Mahmoud, mentre in cielo sfreccia un altro aereo israeliano.In ospedale a Gaza City Mahmoud è diventato il simbolo della nuova fare sella guerra quando il primo ministro egiziano Kandil e il leader di Hamas Haniyeh hanno visitato e toccato la salma del piccolo.Questa guerra non è solo tra soldati le prima vittime sono i civili di entrambe le parti del confine stanno vivendo il ritorno della violenza.