Palermo, (TMNews) - "Visto l'articolo 530 comma 2 assolve Francesco Saverio Romano perchè il fatto non sussiste. L'udienza è tolta arrivederci a tutti".Il gup di Palermo, Fernando Sestito, richiama la vecchia insufficienza di prove nella sentenza con cui ha assolto, al termine del rito abbreviato, l'ex ministro dell'Agricoltura, Saverio Romano, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.Secondo la procura di Palermo, che aveva chiesto 8 anni per ildeputato del Pid, Romano sarebbe stato vicino alla famiglia mafiosa di Villabate, riconducibile a Bernardo Provenzano.Insoddisfatto il legale dell'ex ministro, Franco Inzerillo, che confidava in una assoluzione con formula piena."E' una sentenza che lascia l'amaro in bocca, perché dice che la prova è insufficiente, mentre noi eravamo certi dell'assoluzione con formula più ampia".