Procida (TMNews) - Occhi bassi e lucidi e gonfalone del Comune listato a lutto a Monte di Procida, paese d'origine di Michele Silvestri, il sergente ucciso sabato in Afghanistan in un attacco con colpi di mortaio avvenuto contro la Forward Operative Base "Ice" nella regione del Gulistan.Nessuno ha voglia di parlare, il dolore è tanto: davanti all'abitazione della famiglia del militare un via vai di amici e commilitoni.Dopo l'arrivo a Roma dall'Afghanistan nel pomeriggio si terranno le esequie solenni di Silvestri, nella Basilica romana di Santa Maria degli Angeli. Silvestri sarà poi trasporato per un ultimo saluto e la tumulazione nel suo paese natale.Il sindaco Francesco Paolo Iannuzzi, ha proclamato una giornata di lutto e annunciato che intitolerà a Michele Silvestri una piazza, proprio nelle vicinanze della palazzina dove abitano i genitori e i suoceri.