Londra (TMNews) - Il sogno di Oscar Pistorius sta per cominciare. L'atleta sudafricano che corre con le ormai celebri protesi al posto delle gambe amputate, è pronto a sfidare i normodotati sul palcoscenico olimpico, con l'obiettivo di scendere sotto il muro dei 45 secondi sui 400 metri."La mia mancanza di esperienza - spiega Pistorius in conferenza stampa - si è probabilmente vista ai Mondiali dello scorso anno, quando in semifinale non ho corso come volevo. E quindi spero di fare meglio qui"."Un paio di settimane fa - aggiunge l'atleta - ho corso i campionati africani e mi sono sentito sempre più forte, gara dopo gara. Quindi pensando alle Olimpiadi il mio obiettivo minimo è arrivare in semifinale e se riuscissi a migliorare il mio record personale sarei incredibilmente felice".Pistorius, detto "Blade Runner" per via delle sue speciali protesi, ha ripetuto che queste non lo avvantaggiano rispetto agli altri concorrenti. Quello che pare certo è che Oscar sarà un beniamino del pubblico londinese, che attende di applaudirlo in pista, possibilmente velocissimo.