Roma, (TMNews) - I Giochi Olimpici che si apriranno a Londra il 27 luglio promettono di essere i più "verdi" della storia, anche se, su alcuni aspetti, si poteva fare di più. "E' la prima volta che ognuno, nei rispettivi settori, ha considerato la dimensione ecologica nella preparazione dei Giochi Olimpici: dai trasporti alla logistica, dal catering alla sistemazione alberghiera, fino alla sicurezza. Si è cercato il modo per essere il più sostenibile possibile", spiega David Stubbs, responsabile dell'ambiente e dello sviluppo dei Giochi. Numerose le iniziative per rendere la manifestazione sportiva ecologica al 100%. Durante le gare, ad esempio, la maggior parte dei turisti utilizzerà i mezzi pubblici. E la fiamma olimpica verrà alimentata con butano, e non a benzina. A detta degli ambientalisti, dunque, gli organizzatori hanno mantenuto le loro promesse."Londra è la città olimpica più eco-sostenibile? Sì. Credo che lo sia più di Sydney, e delle altre città", risponde Shaun McCarthy, presidente della Commissione per lo sviluppo dei Giochi.Ma su certi aspetti si poteva fare di più."Gli obiettivi in termini di carbonio e di energie rinnovabili non sono stati raggiunti - osserva ancora McCarthy - e si poteva fare meglio sul merchandising, con design differenti, più ecologici e con imballaggi più sensibili all'ambiente".