Milano, (TMNews) - La vita dei pendolari non è difficile solo in Italia. I 500 passeggeri di un moderno treno Tgv della compagnia Thalys hanno infatti vissuto una vera e propria odissea: il convoglio, che avrebbe dovuto unire Amsterdam e Parigi, un tragitto di poco più di 500 km, ha infatti impiegato 12 ore per arrivarer a destinazione. "Sono rimasto sul treno per 11 ore - spiega un viaggiatore - per dei problemi alla locomotiva. Ma non avevamo idea di quello che fosse successo e di quanto fosse grave"."Abbiamo aspettato nove ore sui binari - aggiunge un altro passeggero - nessuno ci ha detto che cosa fosse successo. Adesso devo cercare una coincidenza, e non è per niente facile". Una portavoce della compagnia Thalys ricostruisce così gli eventi. "Il treno è partito alle 6.16 da Amsterdam e alle 9.15 è stato fermato nell'Alta Piccardia per un problema tecnico che ha causato la fuoriuscita di fumo. L'incidente ha richiesto l'intervento dei pompieri e il treno ha dovuto restare fermo per alcune ore per le verifiche".Thalys ha annunciato che i passeggeri saranno rimborsati e che verranno offerti loro dei biglietti sostitutivi.