Livorno, (TMNews) - Si procuravano la droga, eroina e cocaina, in Tunisia, Francia e Paesi Bassi per poi venderla sui mercati di Livorno e Firenze: la polizia ha scoperto e sgominato quattro gruppi criminali attivi nelle due città toscane e ha eseguito 56 ordinanze di custodia cautelare con l'accusa, oltre che di traffico internazionale di droga, di rapina aggravata e porto illegale di armi. A testimoniare lo smercio di droga le immagini diffuse dalla polizia. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, i corrieri nascondevano la droga procurata all'estero su automezzi o in ovuli poi ingeriti: ciascun "viaggio" permetteva di importare da un minimo di 500 grammi a un massimo di un chilo e mezzo di cocaina. Durante l'operazione, chiamata "Dirty call" sono state effettuate anche 21 perquisizioni a carico di altrettanti indagati a piede libero.