Londra, (TMNews) - Un ex carcerato sale in cattedra, trasforma una scuola in una prigione e insegna ai ragazzi che col crimine c'è poco da scherzare. Siamo alla Adeyfield School, appena fuori Londra: qui va in scena una lezione speciale. Il mattatore è Charles Young, 58 anni, 22 dei quali passati in carcere."Qui - dice indicando la cella che ha montato sul palco - c'è sempre qualcuno più grande e più antipatico di te. Il problema è che una volta entrati, non si può scappare". Niente teoria o discorsetti paternalistici, l'obiettivo è far capire ai ragazzi, tutti fra gli 11 ai 15 anni, cosa si prova.Charles urla per simulare gli attacchi di violenza gratuita, li fa salire sul palco e vestire da carcerati, li sfida, provocandoli.In bella vista sul palco un water, a simboleggiare la mancanza assoluta di privacy anche nelle circostanze più intime, perché la comprensione arriva spesso dai dettagli.La prigione non è un posto soft, non è una seconda casa - spiega Charles - è dura, spaventosa e noiosa". I ragazzi restano incollati alla sedia per due ore affascinati e spaventati dai racconti."Non c'è niente da fare in prigione, solo stare seduti -commentano - e non capisci quanto è brutto finché non lo provi".Uno dei momenti più toccanti arriva quando Charles mostra le foto della sua via, i figli, la moglie; tutto quello che ha perso in oltre 20 anni passati dietro le sbarre.