Riserva di Majete, Malawi. (TMNews) - L'operazione di ripopolamento parte da qui, da un dardo narcotizzante sparato da un elicottero. Quattro leoni del Pilanesberg Game Reserve, a due ore da Johannesburg, in soprannumero in quell'area protetta, sono stati destinati alla riserva di Majete, in Malawi, per riequilibrare un ecosistema devastato negli anni '80 dal bracconaggio. Un incontro ambientale tra i due Paesi africani che concilia esigenze diverse come spiega Stephen Dell, responsabile della riserva di Pilanesberg:"La riserva si estende su 55mila ettari ma siamo ormai circondati dalla civiltà. L'Africa di una volta è scomparsa e gli animali non possono più muoversi liberamente nella savana. Per questo non possiamo permetterci più di 50 leoni".Tre settimane di quarantena e qualche vaccino più tardi, i 4 leoni sudafricani vengono di nuovo sedati, intubati e trasferiti a bordo di due piccoli aerei diretti in Malawi. La dose di sedativo è fondamentale, troppo poco potrebbe scatenare effetti facilmente prevedibili ad alta quota, troppo potrebbe uccidere gli animali. Alla fine saranno solo tre i leoni che si risveglieranno nel parco di Majete, davanti a uno spuntino di benvenuto.Una femmina e due maschi basteranno comunque a ripopolare la riserva del Malawi, Paese terribilmente depauperato dai bracconieri, che ha importato oltre 2.500 animali per riproporre gli scenari evocati nelle mitiche pagine di Out of Africa dell'altrettanto mitica baronessa Karen Blixen.(Immagini Afp)