Genova, (TMNews) - I depuratori fantasma minacciano le coste e il mare ligure, ricchezza incalcolabile per la regione. A lanciare l'allarme è Legambiente, dopo aver analizzato i dati raccolti durante la tradizionale campagna di monitoraggio delle acque italiane, "Goletta verde". Dei 18 punti sotto osservazione, ben 15 sono risultati inquinati. Si tratta di 13 foci di fiumi e torrenti, di uno scarico e di una spiaggia normalmente frequentata daibagnanti. Sotto accusa il sistema di depurazione come spiega Santo Grammatico è il presidente di Legambiente Liguria: "La nostra regione ha una capacità depurativa pari al 61%, siamo la regione più indietro del nord Italia".Le criticità maggiori si riscontrano alle foci di fiumi, in corsi d'acqua minori e torrenti, zone non destinati alla balneazione ma che portano la loro acqua fino al mare, causandone l'inquinamento microbiologico.