Milano (TMNews) - Il presidente del Consiglio regionale della Lombardia, il leghista Davide Boni, ha ufficializzato oggi la propria decisione di dimettersi dalla carica. L'esponente del Carroccio precisa che la decisione del passo indietro è stata presa "in totale autonomia" e "in assenza di qualsivoglia nuovo elemento riguardante le indagini che mi hanno mio malgrado coinvolto". La decisione è però frutto dell'esempio dato da Umberto Bossi: "Se ha fatto un passo indietro lui, diviene un imperativo morale per me seguirlo".