Londra, (TMNews) - Quale miglior modo per far continuare a vivere i momenti salienti dei giochi olimpici di Londra se non attraverso una ricostruzione con gli storici mattoncini Lego. E' quello che ha fatto Fabian Moritz ricreando l'Acquatics centre, lo stadio olimpico e l'arena di volley con le famose costruzioni."Ho iniziato a creare coi Lego cinque anni fa, quando avevo 16 anni. Ero in vacanza da scuola, e mi annoiavo un po'. La mia squadra di calcio preferita giocava un'amichevole contro il Real Madrid e ha vinto 3 a 0. Così ho provato, ho fatto un piccolo stadio".Per riprodurre le emozioni di Londra 2012 questo ragazzo tedesco ha avuto bisogno di tre giorni di tempo, 1.200 mattoncini e otto assistenti."Possono venirmi in mente tante idee da riprodurre con i Lego. Io mi diverto a progettare stadi e a vederli quando sono costruiti, sono orgoglioso per esempio dello stadio olimpico di Londra perchè l'ho progettato per ore".Alle Olimpiadi di Londra l'impresa più dura per lui è stata riprodurre l'Acquatics centre."La sfida più grande è stata trovare la soluzione per l'acqua perchè di sicuro non potevamo usare l'acqua vera, volevamo provare ma non funzionava. Così abbiamo usato piccoli mattoncini azzurri trasparenti, li abbiamo messi nella piscina e devo dire che il risultato è stato molto buono"Di sicuro Fabian, con questa impresa, si è aggiudicato l'oro della pazienza. Anche se non è che avesse molti concorrenti.(Immagini Afp)