Phnom Penh (TMNews) - Una vita passata nella foresta a cacciare gli animali, dagli elefanti alle tigri selvatiche di cui esistono solo 3.200 esemplari al mondo. Poi il pentimento. E' la storia di Plot Chien e Lean Kha, raccontata in un cortometraggio diffuso dal Wwf."Non mi sono mai preoccupato del numero di tigri nella foresta"dice Plot Chien. Entrambi sono stati poi avvicinati dai ranger, gli angeli protettori di queste zone."Sono venuti da me e hanno provato a convincermi a rinunciare a cacciare", è cominciato così la nuova vita di Lean Kha che ora lavora per salvaguardare la sua terra. I bracconieri infatti abitano nelle stesse zone che contribuiscono a distruggere."Ho convinto molti cacciatori a proteggere gli animali", spiega."Sono pentito di quello che ho fatto - ammette Plot - Abbiamo la foresta ma non ci sono più gli animali".Il Wwf con la sua campagna "Bracconaggio Zero" chiede un intervento efficace dei governi per fermare il commercio illegale di specie selvatiche, prima che sia troppo tardi.