Tokyo, (TMNews) - Fare il sushi è una cosa apparentemente semplice: una manciata di riso, un pezzo di pesce e un po' di wasabi messi insieme. In realtà per riuscirci occorrono anni e anni di esperienza. A Tokyo c'è una famosa catena di ristoranti specializzati in sushi che organizza corsi intensivi di tre mesi per 4.500 euro. Ma quello è solo l'inizio."Dopo tre mesi di corso potrò lavorare come apprendista per due anni in un ristorante, tornando di tanto in tanto a scuola. Se riuscissi, potrei anche diventare chef", dice Shugenori Yamanaka.Nei due anni di apprendistato nei ristoranti questi aspiranti chef saranno solo piccole mani al lavoro. Anche a scuola l'ambiente è teso: gli insegnanti no scherzano, soprattutto sul taglio del pesce."I metodi dei nostri insegnanti sono un po' aggressivi, quasi militari. Ma apprezziamo i loro insegnamenti, anche se a volte sono molto duri. Il professore è bravo e noi facciamo tutto il possibile per migliorarci".I gesti sono precisi, come in un balletto di danza classica. La polpetta di riso deve poggiarsi sul pezzo di pesce e formare una bolla d'aria che sprigionerà gli aromi una volta in bocca. Per riuscirci tre mesi non basteranno, neanche ai più dotati."Per la maggior parte degli allievi, occorreranno tra i tre e i cinque anni d'apprendistato- dice Kazuki Shimoyama, professore e ma tre di sushi - Ma per i più lenti, occorrono a volte dieci anni per fare sushi accettabili. La cosa importante è osservare gli chef più esperti ed esercitarsi a lungo".Questi bocconcini appetitosi di gamberi, sarde e conchiglie di mare sono stati realizzati dal maitre Shimoyama. Lui ancora oggi si considera un apprendista nonostante i suoi 29 anni di esperienza.