L'Aquila (TMNews) - Maxi operazione della Guardia di Finanza dell'Aquila che, in collaborazione con gli uomini dello Scico, il Servizio centrale investigazione criminalità organizzata di Roma, ha sequestrato il cospicuo patrimonio occulto, presumibilmente frutto di truffe e attività illecite, delle famiglie di etnia Rom De Silva e Morelli, da generazioni stanziali ad Avezzano ed in altri comuni della Marsica. Si tratta di 3 ville, 6 appartamenti e appezzamenti di terreni ubicati nel circondario di Avezzano, tranne un terreno nell'agro pontino, 30 tra autovetture e motocicli e 99 rapporti bancari tra conti correnti, libretti postali e polizze assicurative. Arrestati e denunciati 10 membri delle famiglie oggetto dell'indagine, già noti alle forze dell'ordine per aver compiuto, nell'arco degli ultimi 2 anni, reati di usura, estorsione, spaccio di stupefacenti, ricettazione. I finanzieri si sono insospettiti valutando la grossa differenza tra lo stile di vita condotto dagli indagati in rapporto alla pressoché nulla disponibilità di fonti di reddito lecito.