Roma, (TMNews) - Anche i senzatetto in Polonia si preparano per giocare la propria partita. Mentre gli strapagati calciatori delle nazionali europee si contendono il titolo di campioni del Vecchio Continente, loro si allenano per il Campionato mondiale di Homeless, che si terrà in Messico a ottobre. È l'altra faccia degli Europei 2012.Robert Trykowski è uno dei giocatori della squadra dei senzatetto: in campo cercano di allontanare i problemi legati all'alcool e alla droga. Per Robert il calcio è molto di più di un gioco. "Ho perso tutto nella mia vita, tutto ciò che possedevo e che amavo. Ci vorrà un po' di tempo per riprendere in mano la mia vita, ma alla fine sono sicuro che ce la farò. Il calcio mi spinge ad uscire da me stesso e mi insegna che tutto è possibile", racconta Robert.Il primo campionato del mondo per senzatetto si è svolto nel 2003 a Graz, in Austria. Ora tocca al Messico. "Per i barboni, il calcio è una terapia complementare importantissima. La principale per toglierli dalla strada, e allontanare i problemi dell'alcol e della droga", spiega Maciej Gudra, presidente dell'Associazione Calcio per i senzatetto in Polonia.Immagini: Afp