Torino, 6 giu. (TMNews) - Cambiavano il fornitore di energia elettrica e gas a cittadini ignari per gonfiare il numero di contratti giornalieri e truffare le società per cui lavoravano a cottimo. L'imbroglio di una società di intermediazione contrattuale è stato scoperto dai carabinieri della Compagnia Torino Mirafiori guidati dal capitano Filippo Vanni."Noi stiamo valutando 6.186 contratti, un numero elevatissimo - spiega il capitano - Non c'è un danno immediato alla persona ma c'è una sostituzione di persona e una falsità materiale".Il danno economico infatti era tutto per le aziende fornitrici di energia e non per gli utenti che si vedevano arrivare a casa bollette di aziende con cui non avevano firmato contratti. "Non sappiamo ancora quantificare il danno ma è ingente", ha specificato Vanni. In tutto sono 5 le persone denunciate, vertici e dipendenti della società di intermediazione.