Washington, (TMNews) - Harold Van Heuvelen ha 93 anni ed è un reduce della Seconda guerra mondiale. Nel 1945 serviva come istruttore nella base aerea di New Orleans e fu allora che decise di comporre una sinfonia dedicata al conflitto che stava finendo e alla pace che ne sarebbe seguita. Ma lo spartito è rimasto in un cassetto per gli ultimi 70 anni.Un giorno il figlio Bob lo trovò e decise di parlare a Carl Levin, senatore del Michigan, lo Stato dove abita suo padre. Levin scrisse al ministero della Difesa e tutto assunse un ritmo inarrestabile: il Pentagono aveva deciso di mettere in scena la sinfonia di Van Heuvelen senior."Il primo movimento è dedicato alla desolazione di quel periodo, all'estrema tristezza e al dolore di quel terribile bagno di sangue".Il secondo movimento è ispirato al periodo della preparazione bellicaIl terzo movimento richiama invece la guerra, le battaglie e la morte, i marines che sbarcano sulla spiaggia di Omaha Beach per invadere la Francia e lanciarsi alla conquista della Germania.Alla fine, tutto si trasforma in una marcia di trionfale di vittoria.