Pechino (TMNews) - Il Polo? Altro che stile british. Stando a quel che dicono loro, lo avrebbero inventato i cinesi ben 2mila anni fa. Siccome poi, non era visto di buon occhio durante la rivoluzione culturale lo sport è completamente scomparso salvo tornare popolare ora, crescendo di pari passo all'economia esplosiva del paese asiatico e attirando nuove schiere di sostenitori, ricchi e potenti."Penso che la partita di oggi sia davvero un grande evento - dice questa giovane spettatrice - ci sono qui la maggiori celebrità di Pechino e moltissime persone ricche e importanti"."E' la prima volta che seguo una gara di Polo - aggiunge quest'uomo - è fantastico, abbiamo davvero bisogno di uno sport come questo".In realtà ad avere successo non è lo sport in sè, quanto l'atmosfera galamour ed esclusiva che lo circonda, donandogli un aura di "occidentalità radical-chic" che tanto piace ai nuovi ricchi cinesi."L'era del Polo in Cina è appena iniziata - spiega Nan Liu, campione locale di questa specialità - la sua diffusione è legata alla situazione economica. Più il Paese diventa ricco e potente più la gente gioca. E' uno sport costoso e di gruppo e c'è bisogno di molti ricchi che giochino".Il fatto che il polo sia uno sport nobile e regale, inoltre, spinge molte famiglie, tra "chi può" a spingere i propri bambini a praticarlo. Un modo in più per sentirsi principi e principesse, anche se... "made in China".(Immagini Afp)