Stoccolma (TMNews) - Una regina al fianco dei bambini di tutto il mondo per combattere lo sfruttamento sessuale dei minori. E' questa la battaglia che da 13 anni porta avanti Silvia di Svezia, sovrana e madre di tre figli, con la sua World Childhood Foundation, attiva in 16 diversi Paesi. "Lo sfruttamento dei bambini - spiega la regina di Svezia - è lo stesso in tutto il mondo. Noi non abbiamo scoperto la ruota, ma sosteniamo le buone organizzazioni e cerchiamo di aiutarle". "Noi sapevamo - aggiunge sua maestà - che c'erano bambini che soffrivano, ma nessuno osava parlarne. Io ho pensato che come regina forse potevo aiutare quei bambini, fare in modo che la gente ascoltasse e prendesse consapevolezza di questa tragedia segreta".Uno dei Paesi in cui la Fondazione è più attiva è il Brasile, dove si batte per salvare i più giovani dalla prostituzione e offrire loro supporto economico, ma anche morale. E spesso da qui passa la sottile linea rossa tra la disperazione e la speranza. E tra tanti motivi di orgoglio, la regina Silvia ne sceglie uno in particolare. "Io credo la cosa più bella - confessa - sia quando parli con un bambino e lui trova la forza di credere nel futuro".