Torino (TMNews) - La pioggia battente e il nevischio non fermano la protesta dei No Tav. Migliaia di militanti del movimento che si oppone alla costruzione dell'alta velocità Torino-Lione hanno sfilato pacificamente con le tradizionali bandiere bianche su cui campeggia il treno sbarrato di rosso. Una manifestazione che dopo gli arresti di giovedì si fa carica di nuovi significati come conferma il leader storico del movimento No Tav, Alberto Perino. "Attenzione perché non ci sono solo i loro filmati, quelli della Questura, ma ci sono anche i nostri. E mostrano che gli agenti delle forze dell'ordine sparano lacrimogeni ad altezza uomo, anche su donne inermi che stanno parlando vicino alle reti del cantiere".Alcuni manifestanti hanno imbrattato le mura del centro con diverse scritte tra cui "Fuori le ruspe dalla città e dalla Val Susa" o ancora "Libertà per i compagni arrestati".