Washington, (TMNews) - La corsa alla Casa Bianca decisa non da un dibattito ma da un duello con la spada laser. Anche la politica può diventare un videogioco, un fenomeno in crescita negli Stati Uniti ormai da anni; secondo l'"Entertainment software association" il numero dei videogame che hanno per tema la politica è triplicato dal 2004 ad oggi.Ci sono quelli di vera e propria strategia, quelli in cui prevale la fantasia come "Political machine 2012" dove si può creare il proprio candidato e altri in cui invece si gioca con la realtà come "Race for the white house 2012"; il giocatore si troverà a dover superare gli ostacoli di una vera campagna elettorale scegliendo fra due personaggi con i volti di Barack Obama e Mitt Romney.Ci sono alcuni casi però in cui il gioco aiuta la realtà. "Molti di questi giochi coinvolgono la persone nelle operazioni per la registrazione del voto - spiega Rich Taylor dell'entertainment software association - per contribuire a farle diventare parte del processo politico e a non essere non lasciate fuori". E' il caso di "Vote - the game" in cui dopo il combattimento politico virtuale i giocatori possono registrarsi direttamente per le elezioni reali.