Roma, (TMNews) - La crisi non risparmia nemmeno Lourdes, tra le mete più ambite per i pellegrinaggi, che ogni anno accoglie milioni di turisti e fedeli da tutto il mondo. Qui, dove decine e decine di negozi vivono grazie al commercio di oggetti religiosi - rosari, candele, croci - gli affari stanno andando a rotoli e i commercianti hanno registrato una diminuzione in media del 20% della vendita. E per il Santuario, che invece vive grazie alle offerte dei fedeli, si parla di una perdita di 1,2 milioni di euro tra il 2010 e il 2011."Arrivano meno pellegrini, meno pellegrini dai paesi europei. Sappiamo ciò che sta avvenendo in Italia, Spagna e Francia", dice Philippe Bianco, presidente dei commercianti di Lourdes.Ogni anno circa 6 milioni di fedeli giungono in questa piccola cittadina francese dove nel 1858, secondo la tradizione cattolica, la Madonna è apparsa a una ragazzina, Bernadette Soubirous. Ora il numero dei gruppi organizzati è diminuito del 5 per cento. E con loro anche le offerte."Rispetto al 2010, abbiamo perso circa 500mila euro di offerte realizzate sul luogo santo", dice Thierry Castillo, economista.Una dozzina di alberghi ha già chiuso i battenti. E il Santuario di Lourdes ha dovuto lanciare un appello ai pellegrini affinchè incrementino le loro offerte.Immagini: Afp