Iten (TMNews) - Ancora prima che sorga il sole, centinaia di corridori si muovono veloci sulle colline che cirocondano questo villaggio del Kenya. Questa è Iten, una cittadina a 2400 metri sul livello del mare, da cui proviene un numero impressionante di campioni del mondo e olimpionici. Quasi tutti dello stesso gruppo etnico: i Kalenjin. "Sono come un bolide di Formula Uno, con il motore potente e il peso del corpo molto leggero: doti essenziali per le corse di lunghe distanza", spiega l'allenatore di atletica Renato Canova. L'Alta quota spinge l'organismo a produrre più globuli rossi ricchi di ossigeno. E così al livello del mare, si può andare più veloce e più a lungo. L'anno scorso, i 20 migliori tempi delle maratone ufficiali sono stati sono stati keniani, quasi tutti di Iten. Il campione nazionale, Kiptum Maindi "In realtà tutti siamo dei corridori perchè già da piccoli dobbiamo correre per coprire la lunga distanza della scuola". Molti atleti provenienti da tutto il mondo, attratti dalla magia del luogo, vengono qui per beneficiare della quota. Proveniente dalla pianura keniana, Johana, ha imparato a correre cacciando gli elefanti. Ora ha un sogno: "Pensavo di non poter qualificarmi alle Olimpiadi, perché questi ragazzi erano molto lontani da me, ma da quando mi alleno con loro so che sto molto vicino". (Immagini Afp)