Treviso, (TMNews) - Doveva prevenire le frodi e invece taglieggiava aziende vinicole operanti nella Marca trevigiana chiedendo regali e denaro. E' stato arrestato per concussione dalla guardia di Finanza di Treviso un ispettore incaricato della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari. I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria, infatti, nel corso delle indagini, hanno scoperto frequenti e ingiustificati contatti del funzionario con operatori del settore vinicolo. Ai contatti, a volte assillanti, sono seguite, in più riprese, in particolare nei confronti di tre imprenditori, richieste di denaro per alcune migliaia di euro oltre a rifornimenti di carburante per il fuoristrada Range Rover dell'uomo dipendente del Mipaaf di Conegliano Veneto.