Kerbala (Iraq), (TMNews) - Milioni di sciiti si sono riuniti nella città santa irachena di Kerbala per la commemorazione dell'Ashura. Al momento la celebrazione è stata risparmiata dai mortali attentati degli anni scorsi. Solo nel 2011 28 persone rimaste uccise negli attentati.L'ashura è una celebrazione di lutto per l'imam Hussein, nipote del profeta Maometto ucciso nel 680 e il cui corpo mutilato si trova, secondo la tradizione, a Kerbala, 100 chilometri a sud di Baghdad. Come prevede la tradizione, folle di pellegrini si sono colpiti il petto e altri si sono inferti colpi di sciabola sulla testa in segno di lutto.Grazie agli altoparlanti sistemati sul mausoleo, un uomo ha raccontato ancora una volta la battaglia nella quale l'imam trovò la morte, facendo singhiozzare la folla vestita di nero. I pellegrini hanno in seguito compiuto la tradizionale corsa verso il mausoleo colpendosi la testa in segno di lutto.Il governatore di Kerbala, Amal al Din al Har, ha dichiarato che la città santa ha ospitato quest'anno per l'Ashura tre milioni di pellegrini, 200mila dei quali arrivati dall'estero.