Roma, (TMNews) - Il presidente del Consiglio, Mario Monti, sta per prendere la parola al ricevimento offerto dalla Ambasciata israeliana per il 64esimo anniversario dell'indipendenza, ma viene bloccato dalla fastidiosa interferenza provocata dal suo telefonino. Momenti di imbarazzo, alla presenza di Gianfranco Fini e di Renato Schifani, risolti poi con diplomazia dallo stesso ambasciatore israeliano Naor Gilon che si offre di allontanare il cellulare del primo ministro.