Roma, (TMNews) - Calato il sipario dei Giochi Olimpici di Londra, la Cina studia un cambio di rotta sulla metodologia degli allenamenti per i futuri sportivi. Che siano di migliore qualità e più attenti al benessere degli atleti, e non seguano la rigidità finora usata dalla grande potenza, non solo sportiva.Yu Zheng ha 10 anni e si allena in questo centro sportivo. Centinaia di chilometri separano la sua casa dalla palestra. Ma ha deciso di lasciare la famiglia per allenarsi nel centro che forma le future stelle sportive. Un sacrificio scelto dallo stesso ragazzino, contrariamente a quello imposto a numerosi sportivi delle generazioni precedenti."Gioco a ping pong da poco, ma gioco bene, e il mio sogno è di vincere una medaglia d'oro".La Cina è sempre stata criticata per i suoi metodi di allenamento durissimi, che cominciano fin dalla tenera età. Ma l'attuale generazione, sia di coach che di atleti, assicura che c'è anche una vita al di fuori dei palazzetti dello sport e che le cose cambieranno presto."Qui, gli atleti non hanno più bisogno di allenarsi duramente come prima. Oggi l'accento è posto sulla qualità dell'impegno e abbiamo studiato le ricerche che sono state compiute in questo campo", spiega la direttrice del centro sportivo.Immagini: Afp