Roma, (TMNews) - Ilham Zakyev è rimasto cieco durante la guerra tra Azerbaijan e Armenia, quando aveva appena 18 anni. Ora è uno degli atleti più medagliati delle Paralimpiadi: ha vinto due medaglie d'oro nel judo, e a Londra cerca il terzo successo. Ilham si allena con il suo coach al parco della capitale britannica, in attesa di iniziare i Giochi e oggi racconta così il suo dramma."Un colpo alla testa, secco, sparato da un cecchino - ricorda l'atleta. Il proiettile è entrato da una parte e uscito dall'altra della testa".L'incidente ha lasciato Ilham in coma per cinque giorni e il risultato è stata la perdita totale della vista da entrambi gli occhi. Il suo allenatore ritiene che lo sport sia stato vitale per la riabilitazione."La cosa più importante è stata restituirgli una vita, così da non farlo stare chiuso in casa tutto il tempo. Sono come uno della famiglia per lui, voglio portarlo di nuovo ad avere una vita", dice l'allenatore.Zakiyev ha vinto tre volte i campionati europei e due quelli mondiali, oltre ai due titoli olimpici.Immagini: Afp