New York (TMNews) - Lance Armstrong ha un nuovo avversario: il governo americano. Il dipartimento di Giustizia ha deciso di costituirsi parte civile contro l'ex ciclista accusandolo di aver frodato uno dei suoi maggiori sponsor, la US Postal Service, facendo ricorso a sostanze proibite per vincere le competizioni sportive. L'atleta texano è infatti accusato di aver assunto sostanze dopanti ed è stato privato delle sue sette vittorie al Tour de France e bandito a vita dal ciclismo.La causa a cui si è ora unito ora il Dipartimento della Giustizia è stata avviata nel 2010 da un ex compagno di squadra di Armstrong, Floyd Landis, che è stato a sua volta privato della sua vittoria del 2006 al Tour de France, per doping.L'obiettivo è riavere indietro i 30 milioni di dollari che nel corso degli anni lo sponsor principale del team di Armstrong, le Poste americane, gli hanno garantito.(immagini AFP)