Milano (TMNews) - Una famiglia felice nel suo bagno Ikea: l'immagine è classica e codificata e da anni appare sui cataloghi dell'azienda svedese in tutto il mondo. O quasi. Perché nella versione per l'Arabia Saudita la mamma è sparita e nel bagno restano solo i maschi. La giovane signora in pigiama accanto al figlioletto è stata espunta dall'immagine, in ossequio alle consuetudini saudite che impediscono alle donne di svolgere qualsiasi attività senza l'espresso consenso di padri o mariti. Ikea ha fatto sapere di aver accettato questa limitazione in quanto era l'unica strada per diffondere il proprio catalogo nel Paese arabo, ma si è poi scusata e ha promesso che un simile episodio non si ripeterà. Colpisce comunque che anche un marchio notoriamente molto attento alle tematiche civili, che aveva lanciato in passato una campagna italiana con tanto di coppia gay (+++IMG+++), abbia scelto di modificare così radicalmente il proprio stile. Ma, probabilmente, alla legge del mercato è difficile dire di no. Pur dovendo pagare un certo prezzo a livello d'immagine.