Usa (TMNews) - I bambini che hanno esperienze di violenza invecchiano prima. Se fino a qualche tempo fa questa affermazione era una triste constatazione, oggi è anche un fenomeno scientifico: la violenza fa invecchiare prima, è scritto nel Dna.Secondo uno studio statunitense pubblicato dalla rivista Psichiatria Molecolare e riportato su Usa Today, le sequenze del Dna dei bambini che hanno avuto esperienze di violenza si modificano in modo da portare i bimbi ad incrementare i rischi di malattie solitamente associate all'invecchiamento.I ricercatori, in particolare, hanno messo in evidenza il rischio di infarto anticipato dai 7 ai 10 anni rispetto la media segnata invece dai bambini dall'infazia serena. Lo studio si è soffermato su bambini che hanno sofferto tre tipologie di violenza: bullismo, maltrattamenti in famiglia, e maltrattamenti subiti dalla madre e ai quali hanno assitito.